Copy

Newsletter settimanale dell’associazione Abitare e Anziani

16 novembre 2016

Notizie

In agenda: SUNIA Firenze. Seminario su l’abitare e la disabilità

Venerdì 25 novembre 2016 dalle ore 10 alle ore 13 presso l’Hotel Villa Cesi, Impruneta in Via delle Terre Bianche, 1 si terrà un seminario su l’abitare e la disabilità

Leggi: Sunia


domenica 13 novembre 2016
Donne, anziane, sole finiscono in povertà per le spese della casa

DONNE, anziane e sole. Prigioniere nella casa di famiglia, troppo grande per riuscire a mantenerla ma incapaci di condividere spese e servizi. Parte da qui la preoccupante fotografia della Cgil in una delle città più vecchie d’Italia. Anziani che vivono lontano dai figli, in completa solitudine. «Tanto che un bene di proprietà come la casa, per anni sinonimo di benessere e garanzia di solidità sociale- spiega Paola Repetto, Segretaria Spi Cgil Genova e Liguria- Oggi si è trasformato in uno scivolo che spinge verso la povertà. Un fenomeno sempre più diffuso per cui serve una svolta culturale». E a parlare sono i numeri. Nel report della Cgil, a Genova su 593.232 residenti più di uno su quattro è over 65. Se si considerano solo le donne il dato sale al 31.3%, in pratica quasi una donna su tre ha più di 65 anni. Dati che hanno effetti diretti anche sulle condizioni abitative, tanto che tra i 101.692 appartamenti occupati da una singola persona da Nervi a Cornigliano, tra le 61.300 donne che vivono sole il 64,4% da ha più di 65 anni, mentre per gli uomini la percentuale si ferma al 33.3%. «Numeri ben al di sopra della media del Nord Ovest dove la percentuale di signore che abitano sole non supera il 50%continua Paola Repetto – E sono proprio le donne la categoria più a rischio povertà».

Leggi: La Repubblica, 13/11/2016


venerdì 11 novembre 2016
Catanzaro. Gli assegnatari sfrattati dalla malavita

Gli inquietanti scenari che emergono dall’operazione DOOMSDAY 2, condotta dalla Dda e dalle forze dell’ordine nei confronti del clan Rango-Zingari di Cosenza, confermano quanto più volte sostenuto e denunciato pubblicamente dalla CGIL e dal SUNIA sul coinvolgimento della ‘ndrangheta nella vita e nel controllo capillare di numerosi quartieri popolari, dove i legittimi assegnatari vengono “sfrattati” dalla malavita.
L’operazione rappresenta un positivo e fortissimo segnale di rassicurazione nei confronti della comunità, nel segno del ripristino di normali condizioni di legalità e convivenza civile, motivo per il quale esprimiamo il nostro plauso alla Magistratura ed alle forze di polizia per le indagini effettuate e per le conclusioni alle quali sono pervenute.
Rimane qualche interrogativo su quanto si sarebbe dovuto contrastare all’origine e nel tempo per evitare che la sopraffazione diventasse “sistema” proprio in quei quartieri di edilizia residenziale pubblica che dovrebbero rappresentare la risposta ai bisogni abitativi delle famiglie meno abbienti.
Le denunce di soprusi però non bastano, se poi gli enti preposti al controllo, alla vigilanza ed alla gestione del patrimonio di edilizia pubblica non ne contrastano efficacemente e tempestivamente gli effetti.
Leggi: Sunia, 11/11/2016


venerdì 11 novembre 2016
Manovra. Commissione Ambiente: «anche amianto e certificazione sismica nei superbonus»

Gli emendamenti depositati dalla maggioranza in Commissione – «Obbligo di usare gli oneri per la riqualificazione urbana»
Ampliare il campo d’azione delle detrazioni fiscali, includendo le bonifiche da amianto, le certificazioni sismiche, la sistemazione a verde di pertinenze di fabbricati esistenti. Rivitalizzare il fondo progettazione di Cdp, utilizzandolo per finanziare gli elaborati delle piccole opere. Allargare il perimetro del fondo Renzi. E, ancora, vincolare la spesa degli oneri di urbanizzazione, utilizzandoli solo per investimenti, e rifinanziare il fondo locazioni con 90 milioni di euro fino al 2019. La commissione Ambiente della Camera ha appena completato il suo lavoro consultivo sulla legge di Bilancio: i deputati, guidati dal presidente Ermete Realacci, hanno presentato un pacchetto di emendamenti sostenuti dalla maggioranza che, a questo punto, hanno buone possibilità di entrare nel testo finale del disegno di legge. Un primo capitolo importante riguarda le detrazioni fiscali, che devono allargare il loro raggio d’azione. Gli interventi di bonifica degli edifici dall’amianto andranno ricompresi tra quelli che beneficiano degli incentivi previsti per la riqualificazione energetica, ma solo «qualora tali operazioni siano effettuate contestualmente e in dipendenza da interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio». Per le bonifiche lo sgravio dovrebbe essere biennale e coperto fino a un massimo di 100mila euro di spesa.

Leggi: Edilizia e Territorio, Il Sole 24 Ore, 11/11/2016


giovedì 10 novembre 2016
Il nuovo ciclo dell’ambiente costruito e l’edilizia sociale come componente delle trasformazioni urbane

Gli ultimi dati diffusi sul mercato delle costruzioni descrivono un inizio di ripresa del settore, seppure con valori contenuti. Il CRESME fornisce l’ipotesi interpretativa secondo la quale è finita la fase recessiva e si è avviato un ciclo nuovo, il primo dell’ambiente costruito, in cui assume particolare importanza la riqualificazione del patrimonio esistente, pari al 73% del valore di produzione del settore nel 2016 e stimabile all’82% nel 2017.
Agire sul costruito è un’esigenza non più rinviabile. Per l’urgenza che si pone di dare sicurezza alle strutture esistenti, per l’obbligatorietà di arrestare il processo di consumo di  suolo, per la necessità che permane di rispondere a bisogni primari dei cittadini, per l’opportunità che rappresenta in termini di sviluppo, lavoro ed occupazione.
E’ fondamentale, tuttavia, che gli interventi di riqualificazione superino la scala di edificio e si inseriscano in un vero “progetto urbano” che dia nuovo senso e significato alle città, ricomponendo le tante frammentazioni che oggi caratterizzano gli assetti urbani.  All’interno di questo devono trovare spazio possibili risposte alla domanda abitativa, che le modificazioni demografiche, economiche e sociali intervenute negli ultimi decenni hanno fortemente mutato.

Leggi: Cgil, 10/11/2016


mercoledì 9 novembre 2016
UE: approvate norme di accesso piu’ semplici ai siti web per anziani e disabili

Il Parlamento Europeo ha approvato le nuove norme che dovrebbero rendere più facile l’accesso ai siti web delle amministrazioni pubbliche per disabili e anziani, ad esempio per operazioni come la dichiarazione dei redditi, la richiesta di indennità, il pagamento di tasse o l’iscrizione all’università. Gli enti pubblici dovranno fornire e aggiornare regolarmente una “dichiarazione di accessibilità particolareggiata” sulla conformità alla direttiva dei loro siti web e applicazioni mobili, includendo una spiegazione su quelle parti di contenuto non accessibili e motivandone le ragioni dell’inaccessibilità. Inoltre verrà messo in atto un meccanismo di feedback per consentire agli utenti di segnalare problemi sulla conformità e per richiedere informazioni specifiche sul contenuto inaccessibile.
Leggi: Auser, 09/11/2016


mercoledì 9 novembre 2016
Sisma, arriva la scheda Fast per la valutazione urgente dell’agibilità

Utilizzabile solo per edifici non dichiarati inagibili. Sopralluoghi affidati ad ingegneri, architetti e geometri
L’agibilità degli edifici situati nelle aree colpite dal terremoto di fine ottobre potrà essere verificata con una procedura veloce. La protezione Civile ha messo a disposizione la scheda Fast, che consentirà di esaminare con urgenza la situazione degli edifici e quantificare le reali esigenze abitative.
La nuova valutazione sintetica non potrà essere utilizzata per gli edifici già dichiarati inagibili con la scheda Aedes. Allo stesso tempo, precisa la Protezione Civile in una nota, la scheda Fast non sostituisce la scheda Aedes per gli aspetti connessi alla ricostruzione.
Le verifiche con procedura semplificata non potranno essere effettuate nelle zone maggiormente distrutte, perimetrate con ordinanza sindacale, dove sono necessari controlli più approfonditi.
Competenze dei professionisti impiegati nei sopralluoghi
I sopralluoghi saranno effettuati da ingegneri, architetti e geometri reclutati dai Consigli Nazionali e dalle Amministrazioni di appartenenza, nel caso di pubblici dipendenti, e successivamente accreditati dalla Dicomac, il centro di coordinamento nazionale della Protezione Civile.

Leggi: Edilportale, 09/11/2016


mercoledì  9 novembre 2016
La «sharing economy» decolla in condominio

L’economia della condivisione, meglio nota come sharing economy, sta predendo piede nei condomìni italiani. Lo dicono i risultati di un sondaggio condotto dal sioto di ricerche immobiliari Immobiliare.it, che ha rivelato che il 22% dei condòmini condivide spese o attività coi vicini.
Il sondaggio, si legge nel comunicato di Immobiliare.it, condotto su un campione di oltre mille individui distribuiti su tutto il territorio nazionale, ha evidenziato, scrivo come allo stereotipo dei vicini chiusi nel proprio mondo e con cui scambiarsi a malapena un saluto, si possa accostare un sistema di mutuo sostegno e supporto che coinvolge diversi aspetti della vita in casa: dalla gestione di alcune incombenze fino ad arrivare allo sviluppo di attività ricreative.
Il 44% di chi dichiara di vivere in un condominio collaborativo condivide con il gruppo di vicini, gratuitamente o a prezzo scontato, competenze professionali: piccoli lavori di idraulica, riparazioni del pc, cucito, servizi di estetica e molto altro ancora. Segue, con una percentuale del 36,9%, lo scambio di oggetti che non servono più: vestiti in primis, ma anche libri, elettrodomestici e pezzi d’arredamento passano da una porta all’altra in un’ottica di risparmio a chilometro zero.

Leggi: Quotidiano Condominio, Il Sole 24 Ore, 09/11/2016

Abitare e Anziani
via Nizza 154
00198 Roma
Tel. +39.06.8440771
Fax +39.06.84407777

www.abitareeanziani.it
info@abitareeanziani.it

Vuoi cambiare la modalità di ricezione delle email?
Puoi modificare le preferenze o disiscriverti dalla newsletter






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Abitare e Anziani · via Nizza, 154 · Rome, Rm 00198 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp