Copy
qeshet.tonitalia@gmail.com
View this email in your browser
Newsletter Nr.2
 Tent of Nations, la fattoria di Daoud Nassar, accoglie visitatori, pellegrini e volontari da ogni parte del mondo. Questi possono fattivamente sostenere la fattoria lavorando la terra, intervenendo sulla manutenzione delle strutture o affiancando i progetti di sviluppo rivolti alle donne e ai bambini palestinesi. Grazie all’aiuto dei visitatori, la famiglia Nassar riesce a supportare coloro le cui vite sono messe alla prova dalle grandi difficoltà di quei luoghi. Ogni persona impara, condivide e cresce, aprendo così la propria mentalità a nuove prospettive. Un circolo virtuoso di relazione! 
 
Carissimi tutti,

lo scorso agosto sono andata a trovare Daoud e ho atteso con ansia la pubblicazione della 2^ newsletter per poter condividere le novità e ciò che mi ha colpito della visita in fattoria. Durante la stesura di queste mie riflessioni, ho ricevuto una mail da Daoud: vi riporto qui sotto le mie parole assieme alle sue (la traduzione letterale di Daoud è in corsivo), a rappresentare il ponte che in questi anni ha unito la fattoria con Tent of Nations Italia.


Per arrivare a Tent of Nations ho percorso a piedi il sentiero che, partendo dalla strada che collega Betlemme a Hebron, conduce alla collina dei Nassar. Pur avendolo attraversato molte volte, credo che non mi abituerò mai ai grandi massi di pietra (i "rock block") che ostruiscono l’accesso alla fattoria.
Mentre camminavo, il mio sguardo si è soffermato sul più vicino dei cinque insediamenti che accerchiano la collina. Scavatrici, camion e una squadra di operai erano al lavoro per spianare il terreno, lasciando presagire un ulteriore grande progetto israeliano di costruzione.

“Come ho già detto a chi è stato in fattoria nell’ultimo periodo, due mesi fa i coloni hanno iniziato la costruzione della nuova scuola ebraica. Davanti ai nostri occhi, ogni giorno assistiamo ai lavori del cantiere che avanzano e che stanno visibilmente cambiando il paesaggio circostante.”

Al mio arrivo ho riabbracciato con gioia Daoud, ritrovando in fattoria la consueta accoglienza affettuosa e familiare. Ho visto che anche a Tent of Nations ci sono lavori in corso: con l’aiuto di volontari provenienti dalla Germania e di qualche persona del luogo, stanno realizzando un nuovo appartamento con 10 posti letto, bagni e cucina per accogliere gli ospiti anche nelle stagioni meno calde. Anche nei campi fervono i lavori.

“Tra luglio e agosto, abbiamo bonificato alcune zone della nostra collina e realizzato terrazzamenti per poter coltivare olivi, viti ed altri alberi da frutto. Contiamo di iniziare a piantare 5.000 alberi da dicembre. Vi ringraziamo fin da ora per l’aiuto che ci potrete dare, sia a distanza, sponsorizzando la nostra campagna di piantagione [tramite Tent of Nations Italia, N.d.R.], sia venendo qui in fattoria per aiutarci nei lavori. Sarete sempre i benvenuti. Nei prossimi due mesi e comunque prima dell’inizio della stagione delle piogge, abbiamo programmato la costruzione di due nuove cisterne per la raccolta dell'acqua piovana, che utilizzeremo l’anno prossimo per irrigare i nuovi alberi.”

 “Lavori fuori e dentro la fattoria” ho pensato: l’uno con l’intento di costruire chiusura, l’altro per offrire maggiore accoglienza e partecipazione.

Ad ogni mia visita trovo sempre persone provenienti da tutto il mondo e di tutte le età. Questa volta ho incontrato dei ventenni, i quali hanno messo a disposizione la loro energia per tutto il periodo estivo, ho conosciuto anche una signora di 75 anni che, da 5 anni a questa parte, torna alla fattoria nel periodo di maturazione della frutta di stagione per raccoglierla e farne marmellate.
Il visitatore che acquisterà quella marmellata in fattoria, forse la porterà con sé a casa e la condividerà con familiari o amici. La confettura potrà essere uno spunto per parlare della storia di una famiglia cristiana palestinese in grado di fare la differenza e per raccontare che i Nassar non fuggono e non usano la violenza. Anzi, reagiscono concretamente aprendo le porte della fattoria a tutti e mettendo a disposizione ciò che hanno, nonostante il contesto contraddittorio in cui vivono.

 “Nell'ultimo periodo sono venute a trovarci molte persone provenienti da diversi paesi. Grazie all’aiuto dei volontari internazionali, nei mesi di agosto e settembre abbiamo raccolto uva e fichi, con i quali sono stati realizzati sciroppi e marmellate. Venderemo questi prodotti qui in fattoria a coloro che verranno a visitare Tent of Nations. La vostra presenza qui sta facendo una grande differenza e garantisce alla mia famiglia maggior sicurezza in fattoria. Qualora veniate a sapere che qualche conoscente intende visitare Terra Santa, vi prego di proporgli la visita a Tent of Nations; la presenza internazionale in fattoria è estremamente importante.”


E ogni volta mi chiedo: “perché ogni anno centinaia di persone sono attratte da questa famiglia, tanto da voler stare da loro, aiutarli nei lavori o addirittura tornare periodicamente per preparare delle marmellate?” Credo che abbiano bisogno di entrare in contatto con persone come Daoud. Egli è un esempio del “fare”, concretizza tutto ciò che dice e, pur non possedendo nulla, riesce a portare avanti l’intero lavoro di una fattoria e a realizzare in essa significativi progetti educativi e di sviluppo della persona.

“Abbiamo avuto un’estate meravigliosa: 50 bambini, provenienti dalla zona di Betlemme e dai campi profughi limitrofi, hanno partecipato alle molteplici attività del nostro summer camp. Grazie a tutti i volontari internazionali e locali che sono venuti in fattoria e ci hanno aiutato.”

Ecco perché. Le persone hanno bisogno di questo e in una collina priva di acqua, luce e comfort come Tent of Nations, lo trovano in abbondanza.

“La situazione sta peggiorando. La nostra lotta per la giustizia continua, reagendo con fede, amore e speranza. Riguardo gli ultimi ordini di demolizione ricevuti, la Corte Suprema dello Stato di Israele ci ha convocato per prossimo 21 ottobre. Grazie di cuore per le vostre preghiere, per il vostro sostegno e per la solidarietà.”

 Daoud Nassar                                   Laura Munaro
Tent of Nations                        Tent of Nations Italia - Qeshet

 
Tent of Nations Italia – Qeshet

La Tenda delle Nazioni in Italia è un progetto che vuole realizzare ponti di relazione con il Medio Oriente, in particolare con la Palestina, in ambito nazionale e internazionale traendo ispirazione dal messaggio di "Tent of Nations - People building Bridges" della famiglia Nassar. Promuove su territorio nazionale e internazionale iniziative culturali, educative ed ambientali, anche in cooperazione con altre organizzazioni e associazioni, a carattere di solidarietà sociale in tutti i campi inerenti lo sviluppo della persona umana, la conoscenza della cultura del popolo in Medio Oriente, in particolare quello palestinese. Raccoglie inoltre fondi per beneficenza a supporto dei progetti di Tent of Nations.
 
È possibile dare il proprio contributo tramite:
"Associazione Liber Onlus":
Banca della Valpolicella - Credito Cooperativo di Marano Agenzia: Verona - San Massimo
Beneficiario: Associazione Liber Onlus -  Causale: "a favore di Tent of Nations"
IBAN: IT40F 08315 11700 0000 1000 1509

Tutte le donazioni saranno totalmente devolute a Tent of Nations e consegnate direttamente.
 
 Contatti:
Tent of Nations P.O. Box 28 Bethlehem, Palestine.  Tel:+972-(0)2-274 30 71
Mail: info@tentofnations.org  Sito Internet: www.tentofnations.org
 
Dall'Italia: qeshet.tonitalia@gmail.com (referente: Laura Munaro)
Inoltra liberamente la Newsletter a chi ritieni opportuno. Se non fai parte della mailing list e vuoi ricevere le news dalla fattoria, mancaci una mail!
Vieni a trovarci nella pagina FB
"Tent of Nations Italia - Qeshet"
Copyright © |2016|, All rights reserved.

La nostra mail è *qeshet.tonitalia@gmail.com*
La tua mail sarà esclusivamente utilizzate per inviarti le nostre Newsletter, non verrà inviata a terzi.
Vuoi modificare il modo di ricevere queste mail?
Tu puoi aggiornare: update your preferences o cancellarti: unsubscribe from this list






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Tent of Nations nonprofit · v.Puglie · Verona, VR 38139 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp